L’argento ricopre un ruolo molto importante nella cura delle piaghe da decubito. Infatti viene impiegato nel trattamento delle ferite da centinaia di anni: in forma elementare solida per prevenire o curare le infezioni, sotto forma di sali di argento in soluzione per disinfettare le ferite e  in forma di pomata o unguento contenente composti a base di argento-antibiotico.

Negli ultimi anni è stata sviluppata una vasta gamma di medicazioni avanzate con argento elementare o composti che rilasciano argento per ferite.

Come la maggior parte delle ferite, uno dei problemi più frequenti nel trattamento delle piaghe da decubito riguarda la loro infezione, spesso accompagnata dalla presenza di batteri resistenti o dal biofilm, un sottile strato di materiale che viene elaborato dai batteri in attiva replicazione, che appare aderente al letto della lesione, e soprattutto ne ritarda il processo di guarigione.

In casi come questo diventa necessaria una medicazione sterile antimicrobica a base di argento; la sua ionizzazione è facilitata se esposto ad un ambiente come quello degli essudati delle ferite. Gli ioni d’argento sono molto reattivi e provocano la disgregazione della parete batterica.

 

>> QUALI SONO LE CAUSE DELLE PIAGHE DA DECUBITO

>> COME GESTIRE IL DOLORE CAUSATO DALLE PIAGHE DA DECUBITO

>> LA MEDICAZIONE IN SCHIUMA NELLE LESIONI DI DIFFICILE GUARIGIONE

 

I PRODOTTI CONSIGLIATI DA PIAGHE DA DECUBITO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *