MEDICAZIONI PER LA PROTEZIONE DELLA CUTE
Prodotti per la protezione della cute sana a base di siliconi o acrilati in film, spray o crema a base di dimeticone, poliuretano con antisettico al 2%, poliuretano ad alto potere assorbente.

MEDICAZIONI PER LA DETERSIONE
Soluzione fisiologica in flaconcino con applicatore, detergente con antisettico e soluzione superossidata con cloro

MEDICAZIONI IN POLIURETANO (film)
Pellicole trasparenti, in poliuretano, ricoperte da un sottile strato adesivo acrilico, permeabili ai gas con o senza rinforzo in TNT in forma di rotolo e medicazione con o senza taglio ad U. Possono essere impiegati come medicazione primaria nelle lesioni di 1° stadio e nella prevenzione dei danni da sfregamento o da macerazione per esposizione prolungata all’umidità, o come medicazione secondaria o per fissarne un’altra.

MEDICAZIONI IN GEL IDROFILO
Sostanze poliglucosidiche ad alta saturazione d’acqua (dal 50% al 90% circa) in forma di gel amor-fo, garze impregnate o placche. Possono contenere CMC, alginato di calcio o sodio, poliglucosidi di amido, particelle di argento, cloruro di sodio, ed altri eccipienti. 

MEDICAZIONI NON ADERENTI
Garze in fibre di cotone o viscosa, con trama a maglia larga impregnate con gel, vaselina, paraffina, acido ialuronico, grassi neutri, silicone, petrolato, emulsione di acqua e petrolanum ed altro con o senza matrice lipido colloidale.

MEDICAZIONI IN IDROCOLLOIDI
Prodotti a diverso spessore contenenti miscele di polimeri idrofili (in particolare CMC), immersi in una matrice adesiva di peptina e/o gelatina con una copertura esterna in poliuretano semipermeabile che garantisce l’isolamento.

MEDICAZIONI IN POLIURETANO (schiume)
Medicazioni in schiuma poliuretanica assorbente pluristratificata con o senza bordo adesivo, con o senza superficie di contatto aderente. Possono avere una componente gelificante o rilasciare antidolorifico. Medicazioni in schiuma di poliuretano sagomate per determinati siti anatomici, per ferite cavitarie e medicazioni in schiuma di poliuretano sottile.

MEDICAZIONI IN ALGINATO
Medicazioni a base di sali di calcio o calcio-sodio dell’acido alginico, un polisaccaride estratto dalle alghe marine, disponibili in forma di medicazioni piatte, nastri o tamponi.

MEDICAZIONI IN CARBOSSIMETILCELLULOSA
Medicazioni costituite da fibre di carbossimetilcellulosa sodica (CMC) pura con un elevato grado di assorbenza che gelificano a contatto con l’essudato trattenendolo senza rilasciarlo.

MEDICAZIONI IN COLLAGENE
Matrici a base di collagene confezionate in tamponi, particelle, gel.

MEDICAZIONI A BASE DI ACIDO IALURONICO
I derivati dell’acido ialuronico sono biomateriali di origine naturale interamente bioassorbibili.
Le medicazioni sono realizzate in forma di compressa di TNT, di film trasparente, pomate, spray e di microgranuli.

MEDICAZIONI INIBITORI/MODULATORI DELLE METALLOPROTEASI
Medicazioni costituite da una matrice di cellulosa ossidata e collagene favorente la formazione ed organizzazione di nuove fibre di collagene, modulando i fattori di crescita.

MEDICAZIONI IN ARGENTO
Varie tecnologie (tessuto non tessuto, schiuma di poliuretano, idrocolloide, alginato o idrofibra, medicazione non aderente) con aggiunta di argento in forma ionica o di nano cristalli o di antisettico.

MEDICAZIONI A CONTENUTO SALINO PURO
Medicazioni costituite da una matrice di cellulosa ossidata e collagene favorente la formazione ed organizzazione di nuove fibre di collagene, modulando i fattori di crescita.

MEDICAZIONI A CARBONE ATTIVO
Medicazioni multistrato uno dei quali è costituito da carbone attivo con proprietà assorbenti nei confronti degli odori e dei microrganismi siti nella lesione, associato ad altre sostanze. Presentano nella struttura altri materiali quali: cotone, TNT, rayon. L’aderenza alla lesione è minima.

MEDICAZIONI IN SILICONE
Sono costituite da un foglio di silicone associato ad altre sostanze, che aderisce alla cute che circonda la lesione ma non alla lesione stessa evitando traumi e macerazioni

MEDICAZIONI INTERATTIVE
Dispositivi sterili, rappresentati da materiali in grado di interagire con i fluidi presenti in ferite, piaghe ed ulcere attraverso un meccanismo chimico-biologico.

MEDICAZIONI TERAPIA A PRESSIONE NEGATIVA
La TPN è la terapia topica delle lesioni cutanee per stimolare il processo di guarigione attraverso l’applicazione di una pressione sub-atmosferica controllata sul letto di ferita. L’uso della TPN ha trovato riscontro positivo nel trattamento di ferite di varia eziologia, sia dinatura acuta (traumatiche, ustioni, esiti post-chirurgici) sia di natura cronica (ferite da pressione, ulcere vascolari, ulcere del piede diabetico). Per mantenere tale pressione costante e diffusa sul letto di ferita si utilizzano materiali dimedicazione di varia natura, con funzione di filler/riempimento, che possono essere in schiuma dipoliuretano o in garza antimicrobica

MEDICAZIONI OSSIGENOTERAPIA TOPICA
Dispositivo medico progettato per somministrare ossigeno puro al 98% umidificato direttamente ad una ferita per favorire il normale processo di cicatrizzazione e stimolare la guarigione.