Le medicazioni antibatteriche sono un alleato indispensabile per la cura delle lesioni infette poichè la contaminazione batterica è un nemico delle lesioni cutanee in quanto rallenta e in molti casi, ne impedisce la guarigione.

Oggi, accanto alle medicazioni antibatteriche tradizionali che funzionano tramite il rilascio di agenti antibatterici chimici, troviamo una nuova classe di medicazioni antibatteriche: le medicazioni a captazione batterica. Sono medicazioni avanzate in grado di rimuovere i batteri da ferite infette o contaminate.

Il meccanismo d’azione delle medicazioni antibatteriche

Tali medicazioni non rilasciano nella lesione alcun agente chimico ma agiscono in base al principio fisico dell’interazione idrofobica tra il rivestimento della medicazione e la superficie dei batteri che si legano fisicamente alla medicazione venendo quindi rimossi ad ogni cambio medicazione.

Le medicazioni antimicrobiche a captazione batterica sono costituite da un tessuto impregnato di una sostanza fortemente idrofobica che induce i microrganismi a legarsi velocemente ed in modo efficace alle fibre della medicazione

Proprio grazie all’assenza di agenti chimici antimicrobici (es: argento) non vi è nessun rischio di resistenza batterica perchè nella ferita non viene rilasciata alcuna sostanza antibiotica o antisettica. L’utilizzo di queste medicazioni non comporta alcun rischio di sviluppo di ceppi batterici resistenti e nessuna citotossicità.

L’efficacia di queste medicazioni antimicrobiche si basa esclusivamente sulla captazione e la rimozione degli agenti patogeni presenti nella ferita senza rilascio di agenti chimicamente attivi che potrebbero compromettere il processo di guarigione. L’assenza di principi attivi chimici assicura che non vengano rilasciate tossine batteriche perchè i batteri non vengono distrutti ma semplicemente vengono portati via insieme alla medicazione alla quale restano adesi. Il processo di eliminazione coinvolge non soltanto i batteri ma tutte le cellule morte che si trovano sulla ferita e questo promuove il naturale processo di guarigione della lesione da decubito.

 

Indicazioni per un corretto utilizzo delle medicazioni a captazione batterica

Il principio fondamentale per la guarigione di qualsiasi ferita è la detersione. In caso di ferite infette la detersione deve avvenire con opportuni detergenti antisettici che agiscano attivamente sulla ferita preparandola al contatto con la medicazione antimicrobica.

Requisito fondamentale per un’efficace captazione ed adsorbimento dei microrganismi è il contatto diretto della medicazione con tutta la superficie della ferita. Sfruttando un principio prettamente fisico quale l’adsorbimento dei batteri alla superficie della medicazione, è sconsigliato l’utilizzo di tali medicazioni in concomitanza all’utilizzo di pomate o creme che possano interferire creando un ostacolo tra i microrganismi e la medicazione.

Tali medicazioni risultano molto efficaci anche sulle ferite chirurgiche. Infatti esistono medicazioni post-operatorie ad azione antibatterica che sono costituite dallo strato a contatto con la ferita a captazione batterica con capacità assorbente e lo strato esterno formato da una pellicola adesiva ed impermeabile che aiuta a mantenere le condizioni ottimali per il naturale processo di guarigione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.